Non c’è niente di sbagliato nell’acquisizione di cose nuove. Ma la norma cessa di essere tale al momento in cui gli acquisti hanno un sottotesto nascosto: il desiderio di scaricare lo stress, sentire il terreno sotto i piedi o sollevare l’auto -estem. Tutto questo è irto non solo con spese extra, ma anche con grande stress. Comprendiamo le cause del shopogenismo e cerchiamo modi per far fronte al consumo incontrollato.

Riflesso dell’acquirente

Secondo la teoria dello psicologo americano Berres Skinner, ogni volta che riusciamo ad alleviare lo stress usando alcune azioni, otteniamo un rinforzo positivo di questo modello e in futuro siamo felici di tornare a queste piacevoli sensazioni.

Pertanto, se almeno una volta grazie allo shopping ci siamo sbarazzati di tristezza e ansia, abbiamo iniziato a sentirci belli e sicuri di sé, una ricetta di pillole magica è saldamente sistemata nella mia testa – per comprare, comprare e comprare di nuovo.

Il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che svolge un ruolo importante nella formazione della motivazione, porta anche a un consumo incontrollato. È responsabile di una sensazione di soddisfazione. E più spesso eseguiamo azioni che contribuiscono allo sviluppo di questo ormone, più vogliamo ripeterli ancora e ancora.

Ma questo è esattamente ciò che accade quando un desiderio appassionato di possedere qualcosa è finalmente soddisfatto della bancomat del negozio.

Le cause del negozio di negozi

Se fai acquisti a livello fisiologico e comportamentale, significa semplicemente cercare una sensazione di soddisfazione, allora a livello psicologico è sempre più difficile.

“Ci sono un numero enorme di ragioni per cui vogliamo regolarmente comprare metà del centro commerciale”, afferma Julia Sawound lo psicologo e il bonfire di immagini. -All’interno di noi, sembra essere una bomba reale composta da lesioni dei bambini, stress regolare e auto -indovina, che verrà esploso se un segno luminoso si allenta all’orizzonte “.

Julia si aggiunge a questo elenco degli inutili meccanismi di innesco di Oniomania-un irresistibile desiderio di acquistare qualsiasi cosa.

Paure e crisi

Sembrerebbe che con l’attuale sviluppo della medicina e altre aree della scienza, la vecchiaia nella forma in cui ne abbiamo paura, non ci minaccia fino a 70-80. E se visiti regolarmente uno psicoterapeuta, allora ansie per quanto riguarda i cambiamenti correlati all’età esterna e gli arti della vita generalmente ci lasciano per sempre.

Tuttavia, contrariamente a questo, molti sono ancora catturati da varie fobie sull’età. “Da qui la razza disperata dietro le tendenze, che spesso simboleggia un tentativo di nascondere la paura che sperimentiamo prima della nostra vecchiaia e morte”, ha detto Julia Sawound.

La ricerca della moda non si ferma mai: primavera, estate, autunno, inverno, collezione di resort, capsula di Capodanno, circolazione limitata. La testa va in giro e il portafoglio è vuoto davanti ai nostri occhi, non appena smetti di controllarti per un secondo.

“Le tendenze malsane possono verificarsi in persone di età compresa tra 35 e 42 anni, cioè nei momenti della crisi. Bene, se una persona lo nota e si trasforma in uno specialista, non importa uno psicologo o uno stilista: il bilancio familiare rimane e il livello di stress rimane all’interno della norma “, conclude l’esperto.

Sentimento di coinvolgimento

Portaci nei centri commerciali e spingerci a fare acquisti inutili e solitudine oppressiva. Quando mi piace, le persone in giro sono le stesse persone che sono venute a “shuffle” e trovano abiti meravigliosi: il mondo fiorisce con nuovi colori.

Il senso base di appartenenza – “Tutti acquistano, e compro”, nonché un umore amichevole di consulenti che ci spingono ad acquisizioni eruttive.

“Tutte le spese non necessarie seguiranno una forte sensazione di colpa e vergogna per eccessiva spreco e sconsideratezza in relazione alle finanze, il che significa che dopo un chilometraggio dello shopping proveremo ancora più solitudine e alienazione dalla società”, afferma Yulia Sawound.

Controllo

Se vai al negozio sotto l’influenza dello stress, molto probabilmente, le radici del tuo shopogenismo si estendono dall’infanzia. Il deficit dell’attenzione dei genitori ha formato l’abitudine di raggiungerlo in tutti i modi possibili. Compreso con l’aiuto di un certo aspetto: straordinario o, al contrario, il più comprensibile e ordinario. Quest’ultimo è rilevante se i genitori erano troppo impegnativi e il bambino si è fatta la paura di distinguersi e attirare l’attenzione in eccesso.

“L’acquisto diventa un modo per prendere il controllo della vita: gestire la frazione dell’attenzione dagli altri, oltre a manipolare l’impressione di te stesso.

Dopotutto, quando uno stipendio arriva alla carta o una nuova carta di credito è nelle nostre mani, sentiamo un potere speciale e infinite possibilità. Quindi, possiamo fare tutto ciò che vogliamo – ad esempio, andare al negozio e comprare le tue cose preferite, rallegrati che stiamo facendo la nostra vita ”, sottolinea Yulia Sawound.

Come gestire il consumo non controllato?

Esistono diversi metodi con cui possiamo neutralizzare la nostra sete di consumo. Usali in un momento difficile: risparmierà denaro e nervi.

“Zyring”, o fare shopping con gli occhi – uno dei modi comprovati per non acquistare in eccesso. La sua essenza è visitare alla leggera i centri commerciali – senza denaro e carte di credito. Le cose possono essere studiate, provate, puoi fare immagini spettacolari con loro, cercare qualcosa di unico. Ma allo stesso tempo, l’acquisto delle cose selezionate semplicemente non può funzionare, poiché per questo tempo hai chiuso deliberatamente l’accesso alle finanze.

“Ricerca”. Questo metodo rimuove il desiderio più ossessivo di acquistare qualcosa in questo momento. Non ti neghi di provare le tue cose preferite, ma solo al checkout, invece di acquistare, chiedi di rimandare tutto (“diffusione”) e dici che tornerai più tardi. In poche ore, il desiderio di acquistare le camicette e i pantaloni rispondenti si placerà e la mattina del giorno successivo potrebbe evaporare completamente. Quindi, il budget rimarrà intero e la coscienza non mangerà dall’interno.

“Visualizzazione”. Questo metodo funziona di più con gli acquisti di Internet: invece di fare clic sul pulsante “Pay”, si invia la merce selezionata alla sezione “Preferiti”. Fai screenshot delle tue cose preferite e salvale in una cartella o album separati

. Guardali, inventa cosa indossare con loro, crea collage con immagini, forma le capsule da loro e cerca alternative in altri segmenti di prezzo. Dopo un po ‘di tempo, la gioia e la sensazione di novità dalle cose nelle immagini passano e non vorrai acquistarle affatto.

Leave a Comment